This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Informazioni utili

 

Informazioni utili

Navigazione

Consultare la seguente pagina: GUIDA ALLA NAVIGAZIONE

 

Liste avvocati e traduttori

Consultare la seguente pagina: ELENCO AVVOCATI E TRADUTTORI

 

Consigli di viaggio

Consultare la seguente pagina: CONSIGLI DI VIAGGIO

Per entrare in Croazia è sempre necessario un valido documento per l’espatrio (passaporto o carta di identità) di cui tutti, compresi minorenni, neonati, devono essere in possesso.

 

Smarrimento/furto documenti

Consultare la seguente pagina: COSA FARE IN CASO DI SMARRIMENTO DEL DOCUMENTO

 

Patronati

Consultare il seguente elenco: ELENCO DEI PATRONATI

 

Multe

Si raccomanda di guidare sempre con prudenza e di prestare attenzione alle norme stradali.
Nel caso si riceva una multa, si consiglia di pagarla appena possibile, anche per evitare i costi aggiuntivi che potrebbero essere addebitati anche a mesi di distanza. I Comuni si rivolgono spesso a notai e ad agenzie esterne per ottenere i dati dei proprietari e pertanto l’importo risulterà maggiorato delle spese di accertamento e notifica.

Alla diffida al pagamento della multa è possibile fare opposizione entro 8 giorni dalla sua ricezione, inviando una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

Si fa presente che l’opposizione apre un procedimento dinnanzi al tribunale croato che richiederà naturalmente l’assistenza di un avvocato locale.
Di seguito una lista di avvocati e interpreti di fiducia di questo Consolato che parlano italiano:
https://consfiume.esteri.it/consolato_fiume/it/in-linea-con-utente/informazioni_utili/liste-avvocati-traduttori.html
Si avvisano i cittadini che il Consolato Generale d’Italia a Fiume NON ha alcuna competenza sulle multe rilevate in Croazia, né per il pagamento né per eventuali contestazioni. Tutte le informazioni necessarie sono riportate sulla multa stessa. Per qualunque altra informazione sarà necessario rivolgersi all’Autorità che ha rilevato l’infrazione (Comune, Polizia Municipale o la società che gestisce la riscossione delle multe per il Comune in questione), utilizzando gli indirizzi mail o i numeri di fax e telefonici riportati sulle multe stesse.
Si informa che è allo studio della Corte di giustizia dell’Unione europea la questione sulla competenza e sul diritto applicabile nei procedimenti giuridici riguardanti la riscossione del debito nei confronti delle società dei parcometri.

 


Location:

84