Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CORONAVIRUS - Aggiornamenti

Data:

12/03/2020


CORONAVIRUS - Aggiornamenti

Coronavirus in Croazia

Si registrano al momento 56 casi di persone che hanno contratto il COVID-19 in Croazia. Nessun decesso. 4 sono finora le persone guarite. Al momento in tutto il Paese sono chiusi da oggi asili, scuole di ogni ordine e grado e università. Sono vietate riunioni pubbliche, a prescindere dalla finalità, di più di 100 persone. Restano invece aperti locali, bar e ristoranti in tutto il Paese (con l’eccezione dell’Istria, dove tutto è chiuso). I trasporti interni funzionano regolarmente.

Misure di carattere esterno
I cittadini stranieri provenienti dall’Italia (insieme alla provincia cinese di Hubei, la contea di Heinsberg in Germania, la città e la provincia sud-coreana di Daegu e Cheongdo e l’Iran) possono entrare nel Paese solo a condizione di sottoporsi a quarantena obbligatoria di 14 giorni in struttura ospedaliera.

Sono consentiti transiti di persone, anche provenienti dall’Italia, verso altri Paesi, a condizione che siano asintomatiche e che escano dal Paese in giornata.

Trasporto e transito merci
Le direttive generali su quarantena e isolamento prevedono delle eccezioni per i trasportatori di merce e per i tir. Gli occupanti tali veicoli infatti non sono sottoposti a misure di quarantena o isolamento ma, una volta verificata l’assenza di sintomi influenzali, saranno ammessi nel Paese a condizione che ne fuoriescano in giornata e che non lascino la cabina del veicolo. Ciò vale dunque sia per consegne merci in Croazia che per transiti verso altri Paesi, purché i Paesi di destinazione autorizzino l’ingresso di tali autoveicoli.

Cittadini italiani
Sono stati al momento sospesi tutti i collegamenti aerei, a mezzo autobus e marittimi tra Italia e Croazia. Si può rientrare solo con autovettura privata.

 


448