Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il violino oltre i confini: Stradivari a Fiume, Kresnik e Cremona

Data:

06/12/2019


Il violino oltre i confini: Stradivari a Fiume, Kresnik e Cremona

In occasione di Fiume Capitale Europea della Cultura 2020, questo Consolato Generale ha voluto offrire il proprio apporto particolare alla rassegna promuovendo l’installazione della mostra “Il violino oltre i confini: Stradivari a Fiume, Kresnik e Cremona”. Il Museo storico della marineria del Litorale croato di Fiume ospiterà violini originali Stradivari e Guarneri di inestimabile valore fino a Marzo.

Un’iniziativa di tale forma ben si inserisce in uno dei filoni programmatici del progetto di Fiume2020, intitolato a “L’era del potere” e dedicato alla conservazione della sfaccettata identità storica Fiumana, costruita sui multipli strati di culture e coscienze politiche che ne hanno caratterizzato la storia. In quanto alla musica e alle arti, quello di Franjo Kresnik, medico e liutaio attivo tra le due guerre mondiali, è un nome che rende tradizionalmente onore alla città di Fiume. Infatti Kresnic, grande intenditore della costruzione di violini dei maestri cremonesi, e perciò figura di spicco nel processo di costruzione della Scuola Internazionale di liuteria di Cremona, è divenuto simbolo di autentica dedizione ai frutti di arte e cultura, alla luce della loro vocazione universalistica e slegata dalle costrizioni di regime.

Per questi motivi, abbiamo avuto l’onore di avere la partecipazione del Museo del Violino di Cremona che, attraverso il progetto internazionale “Friends of Stradivari” sta lavorando per costruire una rete di istituzioni, ricercatori e grandi interpreti al fine di valorizzare la liuteria classica cremonese, dal 2012 parte del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

 


441